Opaco alla riflessione

OPACO ALLA RIFLESSIONE

Se guardiamo, però, alla superficie dei campioni, non avremo dubbi nel definire opachi quelli della prima fila e lucidi quelli della seconda.

cartoncino_nero  foglio_carta_opaca  legno_grezzo  lastra_ghisa

cartoncino_nero_lucido  carta_patinata  legno_lucido  lastra_metallo_lucida  specchio

Diremo anche che questi sono brillanti oppure che rispecchiano. Ecco, appunto, rispecchiano perché sono stati lucidati a specchio, e come gli specchi riflettono la luce in modo particolare. Se guardiamo bene, quello che chiamiamo lucido è l’effetto visivo creato dagli oggetti e dalle luci circostanti che si rispecchiano sulla superficie lucidata. Sui campioni della prima fila, invece, non si vede alcuna traccia di immagine riflessa, essi sono opachi perché non riflettono la luce come gli specchi. E’ giusto affermare, come fa il Gabrielli nella sua definizione, che sono opachi perché non riflettono la luce? Ripensando a quanto abbiamo detto sui granelli di polvere illuminati dal laser, potremmo osservare che se quelle superfici non riflettessero per niente la luce, noi non potremmo nemmeno vederle (l’occhio vede attraverso la luce che gli arriva). Poiché le divisioni non sono mai così nette come a volte pretendiamo per nostra comodità e pigrizia, possiamo limitarci per il momento a pensare che la luce venga riflessa anche dalle superfici ruvide (quelle che ci appaiono opache), ma è sufficiente levigarle o incerarle perché esse diventino lisce e riflettano come specchi.

In un certo senso anche le superfici lucide (lucidate a specchio) potrebbero essere considerate come trans-parenti , nel senso che ci permettono di vedere distintamente gli oggetti, sebbene per riflessione.

Possiamo dire in conclusione che il termine opaco rischia di essere ambiguo, se non si ha ben presente che può essere usato in due contesti fisicamente diversi. Occorrerebbe disporre di due termini diversi per eliminare questa ambiguità, ma in attesa di trovarli ci accontentiamo della distinzione provvisoria tra opaco alla trasmissione ed opaco alla riflessione.

 

Articoli recenti