Incongruenza del criterio “convergenza / divergenza”

IL PRIMO DUBBIO NASCE CON LE IMMAGINI DELLA CAMERA OSCURA

Sono immagini reali o virtuali?

Il primo dubbio riguardo all’applicazione del criterio geometrico  della convergenza o divergenza dei raggi, al fine di stabilire il carattere reale o virtuale delle immagini ottiche è sorto riguardo alle immagini prodotte dalla camera oscura, unanimemente considerate come immagini reali, in quanto si possono raccogliere e fotografare con uno schermo.

55_MACCHIEIMMAGINE

Fotografabile, quindi reale. Raggi divergenti, quindi virtuale ?

Abbiamo già visto nel capitolo dedicato alla camera oscura come le immagini siano prodotte dai raggi provenienti dai diversi punti dell’oggetto. Poiché questi raggi sono palesemente divergenti, dovremmo ammettere che una immagine unanimemente ritenuta come reale viene prodotta da fasci di raggi divergenti e che una qualche contraddizione comincia ad affacciarsi rispetto al criterio convergenza/divergenza.

Altre contraddizioni, ancor più sorprendenti, ci vengono riservate dallo studio dello specchio piano, che abbiamo appena incominciato.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>